Benvenuti su Studiodimuro.com
21st July 2017

Intervento straordinario per la competitività

La Misura “Intervento straordinario per la competitività” prevede l’erogazione di finanziamenti riservati alle PMI operanti nel settore industriale, commerciale, turistico e della valorizzazione del patrimonio artistico, culturale e naturalistico e ha una dotazione finanziaria. Le risorse gravano sui Fondi del PO FESR Campania 2007/2013, Obiettivo Operativo 2.4.

Beneficiari

Ditte individuali, società, cooperative, attive da almeno due anni all’atto della presentazione della domanda, devono avere almeno una sede operativa in Campania, requisito quest’ultimo che, se non esistente all’atto della presentazione della domanda, deve essere posseduto dall’impresa al momento della stipula del contratto di finanziamento.
Possono accedere alle agevolazioni le imprese che esercitano un’attività economica, identificata come prevalente, nell’unità locale che realizza il programma di investimento, purché rientrante nei settori della classificazione ATECO 2007 di cui all’Allegato del bando (Industria e Servizi, Turismo e Commercio Altri Operatori).

Obiettivi

La Misura “Intervento straordinario per la competitività” mira a favorire:
La crescita competitiva delle PMI operanti nei settori industriale, commerciale, turistico e della valorizzazione del patrimonio artistico, culturale e naturalistico, supportandone lo sviluppo, il rafforzamento patrimoniale e la capacità di generare innovazione
La realizzazione di nuovi investimenti, ampliamento, ammodernamento e ristrutturazione delle strutture turistico-alberghiere, ivi comprese le strutture di servizi funzionali allo svolgimento dell’attività e alla valorizzazione e fruizione del patrimonio storico, artistico e culturale, nonché gli interventi volti al superamento delle barriere architettoniche, al rinnovo ed aggiornamento tecnologico, al miglioramento dell’impatto ambientale.

Data di presentazione delle domande
25/11/2015

Scadenza termine presentazione delle domande
31/12/2015

Agevolazioni

Finanziamenti agevolati al tasso dello 0% – con accesso mediante procedura valutativa a sportello – rimborsabili in 40 rate trimestrali posticipate costanti. Sono concessi 12 mesi di preammortamento.
Le spese saranno considerate ammissibili alle agevolazioni in misura diversa, a seconda della sezione ATECO nella quale rientra il programma da finanziare:
Industria e servizi (Sezione A): min. € 200.000,00 – max € 2.500.000,00
Turismo e Commercio (Sezione B): min. € 100.000,00 – max € 1.500.000,00
Altri operatori (Sezione C): min. € 50.000,00 – max € 500.000,00

Investimenti ammissibili

Sono finanziabili i progetti di investimento iniziale, purché avviati successivamente alla data di presentazione della domanda di partecipazione al bando.
Sono considerati ammissibili i seguenti investimenti:

  • Macchinari e attrezzature varie
  • Opere murarie e assimilate limitatamente a: o lavori edili, se funzionalmente correlati agli investimenti in macchinari e/o attrezzature; o la realizzazione di impiantistica aziendale; o miglioramento degli standard di sicurezza e dell’accessibilità, risparmio energetico, abbattimento delle barriere architettoniche
  • Arredi
  • Impianti industriali o specifici
  • Spese per la creazione e il potenziamento dei sistemi di vendita in Italia, di comunicazione e promozione via web
  • Costi di personale, in misura non superiore al 10% dell’investimento totale, che producano un aumento netto del numero di dipendenti e mantenuti per un periodo minimo di tre anni

Le spese devono essere pagate esclusivamente tramite strumenti bonifico bancario.

L’imposta sul valore aggiunto IVA rappresenta una spesa non ammissibile solo qualora non sia recuperabile dal beneficiario.

Compila il modulo per capire quale misura potrà aiutarti a sviluppare il tuo progetto imprenditoriale!

Attività *

Tipo di finanziamento *

Regione dove avrà sede l'attività *

Nominativo del richiedente *

Età *

Indirizzo E-MAIL *

Recapito cellulare *

Descrizione Progetto *

Top