Autore: syrus

Equitalia abbassa gli interessi

Equitalia abbassa gli interessi

Sarà meno gravoso il peso degli interessi sulle cartelle di pagamento di Equitalia non saldate nel termine di 60 giorni dalla notifica: difatti, con un provvedimento appena diffuso dall’Agenzia delle Entrate, a partire dal 15 maggio gli interessi di mora scendono di 0,75 punti percentuali. Il che costituirà ovviamente un leggero sollievo per i contribuenti morosi. In buona sostanza su tutte le somme versate in ritardo a seguito della notifica di una cartella di pagamento, il conteggio degli interessi di mora sarà più leggero. In particolare il tasso su base annua, precedentemente fissato a 4,88% scende ora al 4,13%, frutto anche della diminuzione dell’inflazione.

 Il meccanismo del ricalcolo degli interessi

La nuova misura degli interessi, come previsto dall’art. 30 del DPR n. 602/73, è stata fissata sulla base della media dei tassi bancari attivi che, come comunicato dalla Banca d’Italia, nel 2015 ha registrato una leggera flessione shanghai viagra.

60 giorni per evitare che scattino gli interessi di mora

In pratica, decorso inutilmente il termine di 60 giorni dalla notifica della cartella, sulle somme iscritte a ruolo si applicheranno gli interessi di mora al tasso determinato annualmente che, dal 15 maggio, in funzione del nuovo ricalcolo, registra una discesa dal 4,88% al 4,13%.

  La platea dei contribuenti interessati

Il nuovo tasso è dovuto dai contribuenti che pagano in ritardo le somme chieste con le cartelle di pagamento.

Gli altri interessi

Sempre in tema di interessi, dal 1° gennaio 2016 è anche cambiata la misura degli interessi legali (quelli cioè che scattano ancor prima della mora) che sono passati dalla misura dello 0,5%, applicata fino al 31 dicembre 2015, alla misura dello 0,2% applicabile dal 1° gennaio 2016. Sono invece dovuti nella misura del 3,5% annuo gli interessi per le somme versate nei termini, in caso di rinuncia all’impugnazione dell’accertamento, accertamento con adesione e conciliazione giudiziale.

Inoltre, per i pagamenti rateali, sugli importi delle rate successive alla prima, le norme relative dispongono che sono dovuti gli interessi legali. In proposito, si precisa che la misura del tasso di interesse legale deve essere determinata con riferimento all’annualità in cui viene perfezionato l’atto di accertamento con adesione, rimanendo costante anche se il versamento delle rate si allunga fino agli anni successivi. In tema di interessi, va anche segnalato che dovrebbe essere presto fissata una misura unica per i versamenti e per i rimborsi.

Confidi PMI Campania, finanziamenti per 60 milioni

Confidi PMI Campania, finanziamenti per 60 milioni

Con la sottoscrizione della convenzione con Sviluppo Campania, rileva una nota, ”è diventata operativa la misura che prevede l’assegnazione di risorse complessive per 12 milioni di euro, ai Confidi vigilati Ga.Fi. Sud, Confidi Regione Campania e Italia Comfidi”.

La misura ”si pone l’obiettivo di accrescere l’efficacia della competitività delle piccole e medie imprese campane, attraverso il miglioramento delle condizioni di accesso al credito, favorendo forme di finanziamento al tessuto imprenditoriale regionale mediante il sistema garanzie”. Sviluppo Campania SpA, in qualità di soggetto gestore del Fondo regionale per lo sviluppo delle pmi campane, ”si avvarrà dei tre Confidi assegnatari per destinare le agevolazioni alle imprese beneficiarie delle garanzie che, in ogni caso, dovranno essere rilasciate entro il 30 novembre 2016 e consentiranno la collocazione di finanziamenti per un valore di 60 milioni di euro” viagra kautabletten. Ciascuna impresa potrà accedere a finanziamenti garantiti dai Confidi, fino ad un importo massimo non superiore a 2 milioni di euro. Tale limite è ridotto ad 1 milione di euro per le aziende attive nel settore Trasporti.

Pensioni, arriva la busta arancione

Pensioni, arriva la busta arancione

Da oggi parte l’operazione «busta arancione». L’Inps invierà le prime 150 mila lettere ad altrettanti lavoratori con l’estratto conto dei contributi, l’età alla quale si potrà andare in pensione e la simulazione di quanto si prenderà. Obiettivo dell’istituto è inviare 7 milioni di buste ad altrettanti lavoratori che non hanno chiesto il pin per accedere direttamente al simulatore on line dell’Inps. Così tutti gli interessati prenderanno coscienza di un futuro dove si andrà in pensione più tardi e con un assegno più leggero in rapporto alla retribuzione di quello cui erano abituati i nostri genitori pfizer viagra 100mg preis.

L’Inps punta a rendere tutti ‘edotti’ della propria situazione finanziaria futura. Quindi magari qualcuno potrebbe decidere di ‘integrare’ con una pensione privata.

L’annuncio delle prime spedizioni è stato confermato nei giorni scorsi proprio dall’istituto guidato da Tito Boeri in un tweet in cui appunto si annunciava l’avvio delle spedizione delle prime 150mila lettere con la simulazione standard dell’assegno futuro e della data di uscita. Le buste, spiegavano dall’Istituto, saranno inviate su tutto il territorio nazionale, senza Regioni o Comuni pilota, per rendere il p
iù capillare possibile la loro diffusione. Sempre dall’Inps spiegavano che per la consegna della gran parte di questo primo ‘pacchetto’ bisognerà aspettare appunto i giorni successivi al weekend del 25 aprile.

L’invio delle buste sarà casuale relativamente all’età e alla professione dei destinatari.

Lo Studio di Muro compie 50 Anni

Lo Studio di Muro compie 50 Anni

Con orgoglio e grande soddisfazione lo Studio Di Muro festeggia i suoi 50 anni di attività ed è lieta di condividere con i propri clienti e collaboratori questa importante ricorrenza.

Il raggiungimento di questo traguardo è il risultato di anni di impegno, dedizione ed entusiasmo profusi da padre in figlio e da tutti i collaboratori. Una “squadra” che ha saputo concretizzare i risultati prefissati e contribuire al continuo rinnovamento dell’azienda.

Un grazie a tutti coloro che hanno contribuito a rendere lo Studio Di Muro una realtà affermata e stimata per la competenza e la professionalità, e buon lavoro alle futura generazioni che avranno il compito di portare avanti con convinzione ed umiltà la filosofia che ci ha guidato in questi primi 50 anni!

Making Cents of Online Investment Services – Which is Best?

Making Cents of Online Investment Services – Which is Best?

The question of the day is all about using online investment services. In other words; Should You or Shouldn’t You? Naturally, as you might well expect with this sort of question, there is no one size fits all answer here. You see, for some people, using an online investment service is a no-brainer, whereas for other people not so much.

Read More Read More

Ease Your Way In To The Stock Market

Ease Your Way In To The Stock Market

Heads up, you know darned well that you have to do something with your money. Something besides enjoying your weekends and getting your hands on the latest electronic gadget. That something, as you have probably already figured out is about getting up close and personal with the world of investments.

Read More Read More

True or False? — It Takes Money to Make Money

True or False? — It Takes Money to Make Money

The short answer is YES; of course it takes money to make money viagra rezeptfrei eu. To make money in the stock market, you must have money to make the initial stock purchases. Starting a business requires money to buy inventory, marketing materials, office space and equipment. Even lottery winners had to have the seed money required to buy the ticket. The only exceptions that come to mind are inheriting, stealing or finding money.

Read More Read More

Wealth Building Tips for Millennials

Wealth Building Tips for Millennials

Millennial! Another of those media driven buzzwords, used to label those between the ages of 18 and 34, while the term Gen Xers define those between 35 and 50 years of age. Boomers, the group to which I belong, are those 51 through 69. This post covers 8 key pieces of advice I proffer to this generation.

Read More Read More